Il 7 e 8 Marzo 2008 si è tenuto il Primo Simposio sul Turismo Enogastronomico in Toscana, una due giorni di confronto ed analisi sullo stato dell'arte dell'enoturismo in Toscana.
Ma la nostra avventura è solo all'inizio, continueremo a raccontarvi le mille facce del mondo del vino e del turismo enogastronomico.
E nel frattempo, siamo già al lavoro per la prossima edizione...

martedì 11 dicembre 2007

Mattinata al Bandini


Ieri, lunedì 10 Dicembre abbiamo avuto la prima giornata d’incontro con i ragazzi degli istituti superiori che parteciperanno al progetto: Simposio sul turismo enogastronomico in Toscana. Alle 9,10 siamo stati accolti dalla classe V A Erica dell’Istituto Sallustio Bandini di Siena (ex classe di uno di noi tutor). Dopo un primo momento di emozione la chiacchierata con i ragazzi si è dimostrata piacevole e sono state avvistate alcune facce interessate. Più tardi ci siamo diretti nella sezione B del corso ERICA. Classe leggermente più vivace dal punto di vista “confusionario”, ma che alla fine ha ascoltato con attenzione. In definitiva una buona mattinata dove abbiamo potuto illustrare il progetto. Ora la parola ai ragazzi.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

confusionari noi...no no, mi sa che vi siete sbagliato con un'altra classe!!! ehehe..diciamo che siamo simpatiche!!

Anonimo ha detto...

Grazie della bella mattinata!! Siete stati una bella presenza!! :D E poi non non siamo confusionarie dai.. Siamo state bravissime U_U.. Quando si parla di vino siamo sempre attente!!!!! :D :D

Anonimo ha detto...

certo che potevate restare un pò di più...c'è toccato anche fare il compito!! e poi non è vero che siamo confusionarie...siamo allegre e vivaci!! vabbè...tornate presto a trovarci ok?

Anonimo ha detto...

giusto..noi non siamo affatto confusionari! siamo solo un pò allegri e dato che si parla di vino va più che bene no?!?ahah..cmq grazie per averci fatto saltare un ora distruttiva..ci è piaciuto quello di cui avete parlato! a presto! =)

riccardo ha detto...

ma confusionari(e) in senso buono, eh

la vivacità è sempre benvenuta. magari, ecco, anche nel progetto... :D

dateci news

Anonimo ha detto...

Mi sono molto interessata.. però sembra un tantino complicata come cosa.. Creare degli eventi fuori stagione... è difficile... anche perchè, se si dovesse trovare l'idea buona è ovvio che uno poi cerca di sfruttarla quando c'è più gente..nel periodo stagionale no??

beppaccio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
beppe ha detto...

complicata no, diciamo che un po' bisogna pensarci

una mano ve la dà vedere le idee più o meno originali che hanno avuto da altre parti. quelle che vi abbiamo segnalato noi qui sul blog o anche altre se riuscite a trovarle (date un occhio anche alla zone enoturistiche di Francia e USA). giusto così, per aprire la mente a cose a cui non verrebbe da pensare di primo impatto.

Pensate in termini di nuovi bisogni da creare nell'enoturista, suscitare in lui sorpresa e curiosità

R&B